Concorso fotografico: Destinazione Volontariato

Concorso fotografico nazionale 2011
“Destinazione Volontariato. Il treno unisce l’Italia che aiuta”



VINCITORI

La Giuria del concorso fotografico composta da:

  Stefano Scialotti
  regista, presidente della Giuria
  Alberto Colaiacomo
  vice direttore ImmigrazioneOggi
  Danilo Giovanni Festa
  direttore generale per il Volontariato, l’associazionismo e le formazioni sociali
  Enzo Marco Letizia
  segretario nazionale dell’Associazione nazionale funzionari di polizia
  Fabrizio Torella
  responsabile Attività sociali d’impresa, Ferrovie dello Stato Italiane
  Maria Teresa Rosito
  responsabile comunicazione e ufficio stampa, CSVnet

dopo aver valutato le cinquanta opere finaliste scelte con votazione online, ha designato i vincitori del Concorso.

Premio sezione
Destinazione Volontariato. Il treno unisce l’Italia che aiuta

Medaglia del Presidente della Repubblica e premio in denaro di 1.500 euro

ALBERTO PAPPALARDO



motivazione
La fotografia di Alberto Pappalardo Aiutiamo chi ha bisogno. Non restiamo lì indifferenti coglie in modo esemplare il significato del concorso “Destinazione Volontariato. Il treno unisce l’Italia che aiuta” in quanto riesce ad esprimere in uno scatto, molto valido anche tecnicamente, la molteplicità dei contenuti richiesti ai concorrenti: una esplicita testimonianza dell’impegno dei tanti giovani che dedicano parte del loro tempo libero al volontariato; la localizzazione all’interno della stazione ferroviaria di Catania, espressione al tempo stesso di mobilità umana e di luogo non di abbandono ma di solidarietà e di speranza.


Premio sezione
Dialoghi ed incontri interculturali

Medaglia del Presidente della Repubblica e premio in denaro di 1.500 euro

STEFANO MONTESI



motivazione
La scoperta di un nuovo mondo di Stefano Montesi è una fotografia che, oltre al pregio dell’eccellente tecnica, sembra suggerire in modo diretto e molto efficace quale dovrebbe essere il primo approccio con mondi e culture del tutto diversi dai propri contesti familiari e sociali: l’assenza di qualunque pregiudizio, ma solo viva curiosità di scoprire e comprendere “l’altro”. Il “nuovo mondo”, a sua volta, non si mimetizza, non si nasconde, ma lancia segnali di dialogo del tutto espliciti e diretti: “aperto/open”.


MENZIONI SPECIALI

1. Ferrovie dello Stato Italiane ha attribuito una menzione speciale a:

Ilenia Piccioni, Momenti di solidarietà al Binario 95 (cod. 1-017)
Gigliola Siragusa, Disegniamo con la tata un mondo su misura (cod. 2-047)
Alfonso Volpe, Bolle di esistenza (cod. 2-076)


2. CSVnet ha attribuito una menzione speciale a:

Stefano Porta, Casa dolce casa (cod. 1-055)
Sarah Mattei, Orgoglioso di essere italiano (cod. 2-059)


3. Studio Immigrazione ha attribuito una menzione speciale con pubblicazione nelle copertine della rivista giuridica Gli Stranieri a:

Claudia Reale, La mediatrice transculturale di origine cinese come esempio di solidarietà, inclusione sociale e cittadinanza attiva. I volontari del Poliambulatorio della Caritas diocesana (cod. 1-044)
Livio Senigalliesi, Rifugiato con carta d’identità italiana (cod. 2-002)
Francesco Talarico, Un italiano e due stranieri sono uniti nell’attendere il proprio turno nella sala d’attesa comune all’ufficio denunce e all’ufficio immigrazione di una questura (cod. 2-020)




Con il sostegno di:
Studio Immigrazione s.a.s.
ANFP

In collaborazione con:
CSVnet, Coordinamento nazionale dei centri di servizio per il volontariato


Con il patrocinio di:

Dipartimento per le Pari Opportunità
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento per le Pari Opportunità

Ministero dell'Interno
Ministero dell'Interno

Ministero del lavoro e delle politiche sociali
Ministero del Lavoro
e delle Politiche Sociali